Comments

Le regole per una food photo tutta da mangiare

Le regole per una food photo tutta da mangiare

Quante volte, vedendo una pubblicità o leggendo un blog di cucina, i piatti presentati vi hanno fatto venire “l’acquolina in bocca”?

Una foto è bene fatta quando è capace d’immortalare le pietanze in modo tale che queste suscitino nell’osservatore delle sensazioni come la freschezza e la naturalezza di un prodotto, la sofisticatezza di un piatto di alta cucina piuttosto che l’ abbondanza e la convivialità di un pranzo in famiglia o tra amici.

Per ottenere questi risultati non dovete lasciare nulla al caso né limitarvi a scattare una foto. Preparate il cibo per gli occhi e non per il palato e raccontate la vostra storia, fatta d’immagini e non di parole.

Stabilito lo scopo della foto, che può essere estetico o didattico, come nel caso dei blog di cucina in cui vengono esplicitati, attraverso le immagini, passaggi come gli ingredienti, l’impasto e la cottura, passate al piano operativo considerando: il set, la luce e l’inquadratura e poi… scattate, scattate, scattate.

 

 

Set – Stabilita la trama della vostra storia, preparate il set, ovvero il luogo in cui scatterete le vostre foto.  Se, ad esempio, avete preparato una zuppa e il vostro intento è raccontare di un pranzo povero, scegliete un tavolo di legno, una ciotola di coccio, un cucchiaio di legno. Piatti, bicchieri, posate, tessuti, tavole, fiori o nastri, aiutano il fotografo ad ambientare il piatto.  Ricordate di pulire la scena. No a  briciole, rimasugli della preparazione, piatti e tovaglie sporche e soprattutto, no a teglie e pentole o forni e fornelli.

Creata l’ambientazione, passate alla composizione del piatto cercando di assecondare il vostro gusto estetico. Sicuramente in alcune persone è più sviluppato che in altre, non a caso tra le nuove professioni ci sono anche i food stylist, ma adottate ugualmente alcuni accorgimenti. Abbellite il piatto con ornamenti come il basilico o il peperoncino, create piccole figure geometriche e soprattutto, giocate con i colori a contrato, ovvero utilizzate piatti o abbellimenti in contrasto con il colore della vostra pietanza.

Luce – La luce  può esaltare o penalizzare un piatto. Preferite sempre la luce naturale, quella che entra dalla finestra. Posizionate quindi il piatto davanti la finestra interponendo una tenda bianca per aumentare la luminosità dell’ambiente.

Inquadratura – Per l’inquadratura del piatto, potete scegliere tre diverse angolazioni: dall’alto, la laterale con visuale destra o con visuale sinistra. L’inquadratura laterale, che è anche la più comune, esalta la verticalità del piatto mostrando anche lo sfondo.

Ricordate che se volete immortalare un dettaglio del piatto e suscitare la sensazione del “mio fiondo per mangiarlo”, gli scatti vanno fatti ravvicinati.

Ciò detto, vi sveliamo un segreto. La maggior parte delle pietanze presenti nelle riviste di settore, non sono commestibili.

Avete presente i cubetti di ghiaccio nelle bibite? Sono dei dadi di plastica, oppure il miele liquido? Quello altro non è che olio di motore.

Poiché questo piccolo articolo è stato scritto per i nostri allievi, vi suggeriamo alcuni accorgimenti da adottare:

1)    Preparate bene il vostro set, imparate a raccontare una storia ponendo attenzione ai dettagli. EVITATE ASSOLUTAMENTE posate, tovaglie sporche, pacchi di farina, teglie, pentole, fornelli;

2)    Preferite sfondi neutri per i vostri scatti e colori a contrasto;

3)    Immortalate i vari passaggi: ingredienti, impasto (nelle varie fasi), cottura, risultato finale. Mostrate sempre l’interno dei vostri prodotti, il risultato finale dopo cottura e la composizione del piatto, che si tratti di un dolce, un lievito, una pizza.

4)    Fate tanti scatti, da diverse angolazioni e scegliete le foto migliori. Non vogliamo farvi comprare una Reflex, ma evitate le foto sfocate.

5)    Impegnatevi, tanto e fate attenzione all’aspetto estetico. Potrete cucinare la pietanza più buona del mondo ma se non sapete presentarla e renderla accattivante, potrete solo continuare a cucinare per parenti e amici e non per vendere.

Preparate le macchinette, aspettiamo le vostre foto. 

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-color: #1e73be;background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 180px;}

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi