Comments

Tutto quello che devi sapere per aprire una pasticceria caffetteria

Tutto quello che devi sapere per aprire una pasticceria caffetteria

 
Dolci, dolci, dolci. E' quello che sai fare da sempre, o magari una recente dote che hai scoperto. E allora perchè non aprire una pasticceria? Certo, devi analizzare se e dove ti conviene avviare un'attività del genere nella tua zona.
 
Di seguito ecco una piccola guida che ti spiega quello che devi sapere.

 

 

 

 

Anzitutto, prima di avviare una pasticceria, dovrai armarti di tanta pazienza e buona volontà: sarai impegnatissimo quasi tutto il giorno, ci si alza molto presto la mattina, vacanze poche (perchè si lavora soprattutto nei giorni di festa), e tieni conto che è sicuramente un lavoro molto faticoso.

 

Ci hai pensato bene? La fatica non ti spaventa? Ok! Il primo consiglio che possiamo darti, se non hai esperienza del vero lavoro in pasticceria, è quello di provare a lavorarci davvero. Magari puoi frequentare un Corso di Formazione Professionale per Pasticcere che dia un valido attestato, che ti inizi al mestiere e che ti permetta anche di fare uno stage in pasticceria, così potrai metterti alla prova. Una cosa è pensare di lavorare in questo settore, e un'altra è toccare con mano la professione.

 

Se hai già fatto corsi, o comunque hai già esperienza e non ritieni di doverne fare, allora puoi cominciare a fare qualche analisi, a capire dove puoi aprire la tua pasticceria: meglio zone molto trafficate, vicino a centri commerciali o a punti d'incontro particolari, magari con zone di agevole parcheggio. Attenzione alla concorrenza: dove si trovano le altre pasticcerie? Che caratteristiche presentano i dolci di loro produzione? Potreste pensare ad un pasticceria che si distingua dalle solite: dolci biologici, vegani, sono molto richiesti per esempio! Fai qualche ricerca, insomma sii creativo anche nel costruire l'immagine della tua pasticceria ideale… Una buona pratica prima di aprire qualsiasi attività, anche quindi nel caso del pasticcere, è quella di redigere un business plan. Qui leggi come fare.

 

Poi, ovvio che il pasticcere sarai tu, così risparmierai ulteriori costi da lavoro dipendente, ma dovrai comunque avere qualcuno che ti aiuti, non puoi fare tutto da solo! Pensa anche alla possibilità di affiancare ai prodotti per pasticceria un angolo caffetteria bar, così da aumentare i guadagni e recuperare di più in cassa visto che in settimana potrà capitare di non vendere molti dolci (le persone li comprano specialmente nel weekend).

 

 

Pensato a tutto ciò, potrai dedicarti alla fase burocratica per l'ottenimento di permessi e autorizzazioni, che è abbastanza complessa. 

 

Qui di seguito ecco quello che occorre fare:

 

1) Come primo passo, devi ottenere l'attestazione SAB (Somministrazione Alimenti e Bevande); si frequenta un corso apposito per questo presso scuole alberghiere o istituti privati, o si può anche studiare da casa e pagare solo l'esame; n.b.: se hai un socio che ha già questa attestazione non è necessario che l'abbia anche tu! 

2) Iscrivere l'attività al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, aprendo la partita iva e costituendo la società più appropriata con l'aiuto del commercialista; se il locale della pasticceria è preso in affitto bisognerà registrare anche il contratto di locazione.

3) Procedere all'iscrizione di eventuali collaboratori, anche familiari, e dei titolari stessi al registro INPS e assicurarsi anche con l'INAIL (se il locale è di oltre 400 mq occorre avere dai Vigili del Fuoco il certificato per la prevenzione degli incendi).

4) Ottenere le autorizzazioni per operare dall'ASL di competenza: essa dovrà rilasciare, dopo apposito sopralluogo al locale, l'idoneità igienico-sanitaria.

5) Dipendenti ed eventuali titolari operativi nella pasticceria devono poi frequentare un corso HCCP di almeno 3 ore per la manipolazione e la conservazione degli alimenti, e redigere un manuale preciso su questo (manuale HCCP) che comprenda le tecniche di conservazione delle sostanze alimentari, le procedure per la pulizia di utensili e attrezzature, per il monitoraggio del corretto funzionamento di impianti e macchinari, per garantire la sicurezza sul lavoro. 

6) Occorre infine ottenere le autorizzazioni comunali come la Licenza Commerciale, e/o i permessi per l'insegna all'esterno (se prevista).

 

A questo punto ti chiederai? Ma quanto costa aprire una pasticceria?

 

Tieni presente in media per le pasticcerie di 100 mq siamo tra i 30 e 40 mila euro come investimento iniziale, mentre per locali più grandi saliamo sui 70-80 mila. Niente paura, perchè se puoi permetterlo o non vuoi fare un mutuo, esistono i finanziamenti: in particolare quelli europei sono a fondo perduto, per cui solo il 50% della cifra viene rimborsato. Periodicamente escono bandi per imprenditorialità femminile, giovanile, ci sono i bandi regionali anche.

 

Guarda questi link per accedere ad altre risorse utile su questo argomento:

http://wikiprestiti.org/finanziamenti_fondo_perduto/ 

http://www.finanziamentopmi.it/

 

Allora sei pronto per realizzare il tuo sogno e costruirti un lavoro con le tue mani aprendo la tua pasticceria

Oppure hai altre domande su questo argomento?

Falle pure commentandoci e ti risponderemo! 

 

 

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-color: #1e73be;background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 180px;}

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi